#Coworkersiamonoi. Intervista a Donatella della Società Cooperativa Patatrac

#COWORKERSIAMONOI intervista oggi la nostra coworker Donatella della PATATRAC.

1) Ciao Donatella. Puoi far conoscere meglio la storia della tua attività e quali servizi offre ai suoi clienti?

Lavoro per una Società Cooperativa sociale ONLUS che si chiama Patatrac. Ha sede sul territorio di Roma da più di quindici anni e si occupa essenzialmente di servizi per la famiglia, per l’infanzia e da tre anni a questa parte, grazie al servizio che gestiamo qui a Monterotondo, anche di assistenza agli anziani. La cooperativa ha come missione sociale la promozione del benessere in tutte le fasi della vita. L’aspetto che ci contraddistingue maggiormente è la gestione dei servizi educativi per l’infanzia, esempi sono gli spazi che gestiamo su territorio come centri estivi e centri di aggregazione giovanile.

2) Da quanto tempo sei all'interno del coworking Lab22?

Un annetto, prima avevamo uno spazio a Monterotondo Scalo. Sotto suggerimento di una nostra collega abbiamo provato il Lab22 e si è dimostrato essere idoneo alle nostre esigenze.

3) Perché la scelta di lavorare in un coworking?

Si trattava di un’occasione unica per avere uno spazio flessibile, a disposizione di tutte le persone della cooperativa. Abbiamo preferito la possibilità di lavorare in un ambiente dinamico invece di rimanere chiusi in un ufficio, perché negarci l’opportunità di conoscere altre persone? Il coworking offre l’occasione di mettersi in contatto con più realtà lavorative e di aprirsi a collaborazioni anche quando i settori sembrano essere così distanti.

4) Quali sono i vantaggi di lavorare in spazi condivisi con altri professionisti?

L’opportunità di conoscere come lavorano le altre persone e sicuramente la socializzazione. La condivisione di momenti non lavorativi, la possibilità di scambiare quattro chiacchiere davanti ad un caffè.

5) Come sono i rapporti con gli altri coworkers?

Purtroppo venendo in ufficio pochissime volte a settimana non sono riuscita a conoscere tutti i coworkers all’interno del Lab22, anche a causa degli orari completamente differenti. Però, grazie al nostro gruppo Whatsapp, ho l’opportunità di scambiare opinioni e idee utili nei momenti di bisogno.

6) Progetti in corso?

Al momento no. La nostra società offre un tipo di servizio legato ad appalti comunali, l’appalto è terminato e per ora ci stiamo muovendo su proroghe mensili. Lavorando in questa maniera è molto difficile fare programmi a lungo termine.

7) Come vedi il coworking da qui a cinque anni?

Sono ottimista, vedo un futuro roseo e positivo per il coworking. È un modo utile, per le persone, di essere all’interno di un settore collaborativo ma allo stesso tempo flessibile e facile da gestire privatamente in base ai propri tempi. In questo anno lavorativo all’interno del Lab22 ho avuto solo esperienze positive. Spero che altri, come me, possano giovare delle possibilità che offre un ufficio condiviso a livello di collaborazioni.